design

Progettiamo seguendo i canoni espressivi delineati dalle più avanzate tecniche di stampa 3D, creando una rivoluzionaria ed esclusiva dialettica formale che identifica la nostra filosofia e che si concretizza in prodotti funzionali e performanti.

“We design in the present immersed in that very constant transition between past and future,
between tradition and innovation,
Tiying to find that point of contact (Mich is always them, and is always moving.
We are digital artisans, men, with two eyes and trio hands, who keep veering looking for the truth
which is lying there in the middle, in the head, that is only one.
And if it is trae that Eros is a demon realking on the ridge that determines
the boundaiy between the finite and infinite, is on that ridge that toe want to walk too.”

DON ALFONSO

Prodotto 2017

Una collezione unica di piatti realizzata in esclusiva per il ristorante Don Alfonso 1890, situato a Sant’Agata sui Due Golfi in provincia di Napoli, una delle eccellenze indiscusse dell’alta cucina italiana, detentore di 2 stelle Michelin. Queste forme fluide, lattiginose, sono il risultato di un appassionato dialogo e di una profonda comprensione delle esigenze dello chef Ernesto Iaccarino: grazie alla nuove possibilità concesse dalle tecnologie di fabbricazione digitale, abbiamo progettato e prodotto una serie limitata di 40 pezzi in ceramica, interpretando la forma come un soffice velo bianco che si modella in base ai pesi delle componenti della portata, curvandosi delicatamente, contribuendo ad amplificare, avvalorare e rendere completamente unica l’esperienza del mangiare.

SCULTURE INFORMALI

Prodotto/Scultura 2017

“Designers produce consumption, gives birth to useful things, imposes duties and “good” manners, recommends how to solve problems, offers and shares goods. Is at the service of humans. Artist’s hand is not obliged to give explanations, is individual expression and often ends in itself does not suggest features or specific uses,sometimes is arrogant. Is at the service of God.”

L’installazione preparata in occasione della Milano Design Week 2017 vuole mostrare il processo creativo e produttivo che porta alla realizzazione di artefatti inediti in terracotta prodotti tramite manifattura additiva dal nostro braccio robotico a 6 assi. Dall’impasto di argilla fatto a mano, passando per l’installazione del dispositivo di estrusione sul supporto robotico, fino alla creazione fisica del modello elaborato digitalmente, l’intento è di creare una scenografia viva che racconta questo nuovo processo di fabbricazione 4.0, esaltandone contemporaneamente sia le componenti artigianali che quelle tecnologiche.

I prodotti realizzati dal robot sono stati messi a disposizione di Jelena Dakonovic, artista e designer di Belgrado cheha avuto il compito di elaborarli in diretta all’interno dell’installazione: l’intento finale è quello di creare opere uniche nel loro genere mettendo in correlazione due modus operandi apparentemente agli antipodi ma profondamente legati e capaci di oltrepassare il limite fra arte e design. Il contesto in cui l’installazione verrà calata, lo studio fotografico Gianni Rizzotti è parte integrante e fondamentale dell’intero processo. Il contrasto appositamente voluto fra gli spazi asettici di uno studio fotografico e l’installazione si tramuta in sinergia quando le partizioni nude dello studio diventano sia il palco che le quinte di una performance. L’utilizzo poco canonico di sofisticati supporti tecnologici esplicita una relazione tra uomo e macchina estremamente peculiare ed artigianale. Il ritmo sancito dalla continua alternanza digitale/analogico trasporta lo spettatore in un percorso narrativo che mette alla luce l’aspetto più umano ed affascinante della fabbricazione digitale, un percorso che comincia con l’uomo, passa per la macchina e si conclude nelle mani dell’artista. Le sculture informali sono oggetti indefinibili, eloquenti e attesi. Sono sequenze di codice e regole matematiche perfette fratturate dall’improvvisazione dell’intervento di casualità. Sono fatti di argilla: materia antica, materia viva, materia umana e umani sensibili all’acqua, all’aria e alla gravità. Devono essere toccati, percepiti, usati, consumati.

BODY OBJECTS
Comunicazione/Fotografia 2017

Queste immagini esplorano il rapporto innescato dal contatto tra il corpo umano e l’artefatto digitale: il risultato è una serie di paesaggi dove l’organico incontra la forma parametrica scatenando nuove inattese visioni.

LAMPADARIO FLOW
Prodotto 2017

Flow è una lampada modulare con struttura in plexiglass trasparente e PLA organico stampato 3D. Il sistema compositivo permette di scalare e allungare la lampada in tutte le direzioni per ottenere forme diverse e soluzioni personalizzate. Anche la texture e la finitura può essere personalizzata.

SERIE CONCRETO

Prodotto 2016

Questa serie di lampade è il risultato di un processo sperimentale totalmente empirico e che mette in relazione tecnologie di stampa 3D innovativa e materiali tradizionali in un modo mai visto prima. Generalmente percepito come un materiale pesante e monolitico, abbiamo trattato il cemento rendendolo leggero ed effimero, curvo e dinamico. Tutte le lampade appartenenti alla “Serie Concreto” sono in disegnati digitalmente, stampati 3d ed infine postprodotti a mano. Questo è il motivo per cui ogni pezzo è unico e diverso da tutti gli altri.

SYNAPSYS
Prodotto 2015

Synapsys incarna tutto il potenziale della struttura modulare: il suo linguaggio si basa su un semplice giunto stampato in 3D in materiale elastomerico, flessibile, al quale può essere collegato qualsiasi tipo di listello o tubolare. È una struttura dinamica e autoportante che ha la capacità di crescere indefinitamente, all’infinito.

ATTRATTORI

Grafica 2016

Raccolta di disegni parametrici eseguiti da un braccio robotizzato. Ogni opera è l’espressione grafica di una funzione matematica pura nella quale una griglia di linee parallele è deformata da punti attrattori virtuali che fungono da centri di gravità, generando così l’illusione di campi tridimensionali.

BILBO

Prodotto 2015

“Bilbo” è il primo progetto riguardante lo studio sui giunti realizzati tramite manifattura additiva. E’ il prototipo di una lampada modulare composta da elementi di giunzione stampati in 3d e listelli in legno di Faggio

facilmente assemblabile e versatile nelle forme: fornita in kit non assemblato, è l’utente a scegliere che lampada comporre. “Self-built prototype, enlightening discipline between past and future… Paradigm of modularity, sometimes playful, creates an infinite network, which is the user to weave. Molecular I would say.”

SERIE EOLICA LUCE

Prodotto 2016

Aggiungendo luce alla fluidità delle forme della Serie Eolica, il risultato è questa serie limitata di lampade in PLA organico e legno massello: la silohuette organica del paralume stampato in 3D pone le sue radici nella base tornita a mano, tenstimoniando la potenza scaturita dalla contaminazione benefica di fabbricazione digitale ed artigianato tradizionale.

“There was a curve drew by the wind which was first cought and then digitally domesticated. It was then approached to a solid wood base which become it’s new origin.”

SERIE EOLICA VASI
Prodotto 2016

“in astrofisica, il flusso supersonico di plasma prodotto dall’espansione della corona solare nello spazio interplanetario Nel suo moto radiale il v. solare macina con sé il campo magnetico del Sole, dando origine al campo magnetico interplanetario.”

Ispirati dai venti che soffiano sul Mediterraneo e dalle curve che essi disegnano sul nostro mare abbiamo progettato i vasi “Serie Eolica’. Le forme fluide sono state tradotte in 9 vasi di PIA organico bianco e base in massello di Noce.

ANTOZOI

Prodotto 2015

“Organismi costruttori, fiori animali vestiti di esoscheletro calcareo, quasi-pietra quasi-sangue, filano le trame dei nostri fondali… Un ramo, un guscio, sono come noi. Pare uno, ma sono tanti tremori che lo fanno.”

Ispirati dalle suggestioni del mare profondo, abbiamo progettato la linea di gioielli “Antozoi”. Le loro forme, costruite strato per strato, sono la sintesi di geometrie complesse, coralli marini caratterizzati da pure regole matematiche.

DEPERO

Prodotto 2015

Depero è un codice compositivo. Un tavolo, composto da listelli in massello di pino collegati fra loro da giunti stampati 3D: questo semplice sistema può essere declinato per qualsiasi esigenza gestendo semplicemente le dimensioni dei listelli.

ROLLO

Prodotto 2015

Un progetto che cambia il modo di preparare la pasta: è il dispositivo che si muove, non l’impasto, il contrario rispetto a quanto accade nei pastamakers tradizionali, aprendosi ad un uso più pratico ed intuitivo.

Via Cavour 2 | Lomazzo (CO) ITALY | CAP 22074 Join our newsletter 0039 | 3311128040 - 0039 | 3491027738